ILC4CLARIN

Repository

Facile da trovare | Facile da citare
Vai a Deposita

Deposita

Ti permette di depositare i tuoi dati, garantendo che siano memorizzati in modo sicuro. Tutti possono trovarli, usarli e citarli correttamente (attribuendone a te i crediti).

Vai a Cerca

Cerca

Ti permette di cercare dati e strumenti e di scaricarli facilmente.

Vai a Cita

Cita

Crediamo fermamente che i dati debbano essere citati in maniera appropriata per rendere la citazione il più semplice e consistente possibile.

Vai a FAQ

FAQ

Cos’è il repository? Quali tipi di dati sono accettati? Perchè dovresti depositare i tuoi dati?

L'Istituto di Linguistica Computazionale "A. Zampolli" del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ILC-CNR) lavora costantemente per promuovere la condivisione e l'accessibilità delle risorse.

Cosa fa l'ILC-CNR per CLARIN-IT
I L C 4
C
L
A
R
I
N

Il 1° ottobre 2015 l'Italia è diventata il 16° Membro di CLARIN ERIC (European Research Infrastructure Consortium), l'ente di amministrazione e coordinamento di CLARIN (Common Language Resources and Technology Infrastructure) a livello europeo.

Il consorzio italiano di CLARIN è CLARIN-IT.

L'Istituto Esecutore di CLARIN-IT è l'ILC-CNR, l'Istituto di Linguistica Computazionale "A. Zampolli" del Consiglio Nazionale delle Ricerche, che era già un partecipante attivo nella fase preparatoria di CLARIN (2008-2011).

Il Coordinatore Nazionale di CLARIN-IT è Monica Monachini, già Membro del Comitato per gli Standard di CLARIN.

L'Organismo di Rappresentanza di CLARIN-IT è il DSU-CNR, il Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

L'ILC-CNR ha istituito ILC4CLARIN, un Centro di Fornitura di Metadati di Tipo C, che è il 1° Centro Nazionale di CLARIN-IT.

  • Accesso alle risorse e ai servizi dell'ILC-CNR

  • Deposito di dati e servizi di terze parti

  • Conservazione a lungo termine

  • Accesso alle risorse attraverso un sistema di Single Sign-On

“Condividi la tua conoscenza. È un modo per raggiungere l'immortalità.”
Dalai Lama XIV